Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

BACK TO DANCE, Spettacolo di danza acrobatica della compagnia teatrale Kataklò Athletic Dance

XXII Settimana della Lingua Italiana nel mondo

«L’Italiano e i giovani: Come scusa? Non ti followo»

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana

In presenza di Sua Eccellenza Armando Barucco, Ambasciatore d’Italia nel Regno del Marocco

L’Istituto Italiano di Cultura di Rabat e la sua Direttrice Carmela Callea

II Teatro Nazionale Mohammed V ed il suo Direttore Mohammed Benhssain

hanno il piacere di invitare a:

BACK TO DANCE, spettacolo di danza acrobatica della compagnia teatrale Kataklò Athletic Dance

Direzione artistica e Coreografia: Giulia Staccioli

Danzatrici e Danzatori: Baldan Gian Mattia; Battista Matteo; Crocetta Giulio; Cruciani Carolina; Guerrieri Eleonora & Palumbo Sara.

Giulia Staccioli, con il contributo artistico di tre danzatrici e tre danzatori in scena, dopo l’esperienza universalmente condivisa della pandemia Coronavirus, firma uno spettacolo che unisce frammenti diversi, inediti e di repertorio, portando un messaggio di speranza: mettiamo insieme tutti i pezzi, ricostruiamo, rigeneriamo, ma sempre fedeli a noi stessi. Comunque, torniamo a ballare.

Presentazione KATAKLÒ ATHLETIC DANCE THEATRE

 La creatività e l’energia produttiva di Giulia Staccioli alimentano la produzione di Kataklò Athletic Dance Theatre, compagnia indipendente che da più di 25 anni si esibisce con successo in Italia ed all’estero. Il nome Kataklò viene dal greco antico e significa “io ballo piegandomi e contorcendomi”.

Lo stile di Kataklò si basa sin dagli esordi sull’alta preparazione atletica e sulla notevole tecnica di danza di tutti gli interpreti, chiamati a mettere in campo versatilità e determinazione per sostenere l’impegnativo training fisico.

Il processo creativo di Giulia Staccioli, si basa sul coinvolgimento attivo dei performer e lo sviluppo dell’idea artistica avviene attraverso sessioni d’improvvisazione che sollecitano la sperimentazione; Kataklò è un work in progress, un generatore di idee innovative, un catalizzatore di collaborazioni stimolanti.

La compagnia Kataklò è internazionalmente riconosciuta per l’alto valore artistico e per la sorprendente spettacolarità delle sue produzioni, facendosi portavoce della cultura italiana nel mondo grazie all’assidua collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura e il Ministero degli Esteri per eventi, festival e manifestazioni fuori dai confini nazionali.

Grazie all’inconfondibile e spettacolare fusione di danza, atletismo acrobatico, mimica, humor, suoni, luci e costumi, la ricercatezza della scrittura coreografica e teatrale di Kataklò ha l’emozionante potere di comporre scenari surreali, di creare illusioni e sfidare l’immaginazione, superando ogni confine culturale, linguistico e generazionale.

Oggi l’ensamble ha in repertorio otto produzioni originali rappresentate in tutto il mondo: Indiscipline (1996), Kataklopolis (1999), Up (2002), Livingston (2005), Play (2008), Love Machines (2010), Puzzle (2012), Eureka (2017). A una consolidata esperienza nella creazione di eventi speciali si aggiungono le partecipazioni a prestigiose ricorrenze sportive e culturali e a trasmissioni televisive.

Fra le importanti manifestazioni in cui la compagnia si è esibita si ricordano la rappresentazione di fronte a Papa Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro per la XVIII Giornata Mondiale della Gioventù (2003), le Olimpiadi di Sydney (2000), la Cerimonia di apertura dei Giochi olimpici di Torino (2006), il Fringe Festival di Edimburgo (2006 e 2009), il Capodanno di Hong Kong (2007), il 60nnale dell’ARS (2007), le Olimpiadi della Cultura a Pechino (2008) in rappresentanza dell’Italia su invito del Ministero della Cultura Cinese e del Comitato Olimpico di Beijing e con l’Alto Patrocinio del Ministero per gli Affari Esteri, dell’Istituto Italiano di Cultura, dell’Ambasciata italiana.

Nel settembre 2015 Giulia Staccioli e un gruppo di 19 performer Kataklò sono stati coinvolti da Hansel Cereza, socio fondatore della Fura dels Baus, a partecipare alla realizzazione dello spettacolo ”The Pearls Divers” per la celebrazione della Giornata Nazionale del Kuwait davanti al Padiglione del Kuwait all’ Expo di Milano.

Nel settembre 2016 Giulia Staccioli e Kataklò sono chiamati da Bulgari e dall’agenzia australiana Rizer per ballare in Piazza di Spagna a Roma durante la Cerimonia di Apertura di Trinità dei Monti dopo il restauro.

Nel dicembre 2018 Staccioli ha coreografato, al Forum di Assago, un super cast di 30 performers composti dai professionisti della Compagnia Kataklò e dai giovani danzatori di Accademia Kataklò che hanno fatto parte dell’ensemble artistico della finale live di X Factor 2018.

In occasione della 69esima Edizione del Festival di Sanremo (2019) invece coreografa Kataklò che accompagnano Arisa, insieme a Tony Hadley durante la serata dei duetti.

Nel 2019 la compagnia è stata impegnata nel suo settimo tour brasiliano che ha toccato le principali città del paese.

 

 

  • Organizzato da: IIC RABAT
  • In collaborazione con: TNM5-Rabat