Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

CCME-Incontro letterario con Siham Doulkidah, Abdelmjid El-Faraji, Chaimaa Fatihi, Moderatrice : Karima Moual

Data:

12/06/2022


CCME-Incontro letterario con Siham Doulkidah, Abdelmjid El-Faraji, Chaimaa Fatihi, Moderatrice : Karima Moual

In collaborazione con il Consiglio della Comunità marocchina all’estero - Le Conseil de la communauté marocaine à l’étranger - (CCME)

In presenza del Presidente M. Driss El Yazami

Incontro letterario con Siham Doulkidah, Abdelmjid El-Faraji, Chaimaa Fatihi, Moderatrice : Karima Moual

Driss El Yazami, Laureato presso il Centro di formazione e di perfezionamento dei giornalisti di Parigi, Dr. Driss El Yazami è membro del Consiglio consultivo dei diritti dell’uomo ed ex membro dell’Istanza equità e riconciliazione, membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione delle tre culture. È anche delegato generale di “Génériques”, associazione specializzata nella storia degli stranieri e dell’immigrazione in Francia, e redattore capo della rivista “Migrance”. Ex vicepresidente della Lega francese per i diritti umani (LDH) ed ex membro del comitato esecutivo della Rete euromediterranea per i diritti umani. Dr. Driss El Yazami è attualmente segretario generale della Federazione internazionale delle leghe dei diritti umani (FIDH), presidente della Fondazione euro-europea al Consiglio di amministrazione e al Consiglio di orientamento della Città nazionale della storia dell’immigrazione in Francia.

Siham Doulkidah è nata a Rabat. Vive in Italia dove studia letteratura italiana e lingue straniere all’Università di Ferrara. La poesia è la sua passione. Tra le sue raccolte, l’ode del ritorno (بايلاا ديشن - ndr). Dar Salam-Rabat-2013); L’isolamento degli uccelli (رويطلا فاكتعا-Cairo-2016); Blu della nostalgia, bianco del desiderio (ةبغرلا ضيبأ يننحلا قرزأ- Ed. Aliribelle -2020) pubblicato in arabo e italiano. Ha partecipato a diverse raccolte pubblicate in italiano. Il suo nome compare nell’enciclopedia della poesia femminile araba, a cura di Fatima Bouhraka, un’opera che ripercorre le donne poeta del mondo arabo dal 1955 al 2020. Ha partecipato a diversi eventi letterari, tra cui il Salone Internazionale del Libro di Milano e la Giornata Internazionale della Poesia di Roma.

Abdelmjid El-Farji alias Magid, è nato a Rabat e vive in Italia. È giornalista, produttore, direttore artistico e appassionato di teatro. Si è laureato in Storia all’Università Mohamed V di Rabat e ha proseguito gli studi in Italia in Scienze della Comunicazione e in Cinema e Spettacolo all’Università di Torino. Ha realizzato diversi reportage e storytelling e ha lavorato come corrispondente per diversi media, tra cui Maghreb Voices; Radio Medi 1 di Roma; Aljazeera.net. Ideatore di progetti artistici e culturali, ha al suo attivo il programma culturale “BIZAF” trasmesso sul canale radiofonico 110 Web, diversi spettacoli teatrali; 6 cortometraggi tra documentari, fiction e videoarte. Il primo sulla Primavera araba ha ricevuto il Gran Premio Torino nel 2014. Il suo primo documentario, l’autobiografico “Io e mio fratello”, è attualmente in fase di montaggio. Nel 2019 ha pubblicato il suo primo libro La primavera araba filmata dall’Occidente, democrazia, religione e immigrazione, dall’editore Italian Academic. Berlino. Germania.

Chaimaa Fatihi è nata in Marocco, dove ha vissuto fino all’età di sei anni prima di trasferirsi in Italia, dopo aver frequentato le scuole elementari e medie a Castiglione delle Stiviere (MN). Si è laureata in giurisprudenza e ora lavora in uno studio legale a Bologna. Si sta preparando per l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione di avvocato. Il suo libro è una lettera aperta di una donna musulmana italiana ai terroristi.

Karima Moual è giornalista e redattrice del quotidiano La Stampa dal 2015. È entrata a far parte della redazione del quotidiano La Repubblica nel 2020. È autrice del podcast “Haram Halal”, la rivista sulle voci degli intellettuali nel mondo arabo. Dal 2018 è diventata uno dei volti noti della televisione italiana attraverso il gruppo Medias e grazie alle sue rubriche in diversi programmi politici. Ha creato il primo video blog, Zmagria, sull’Italia multietnica. Nel 2011, ha diretto il documentario “Haram (peccato)”, storie di ragazze musulmane in Italia, trasmesso da Rainews 24 e ha lanciato e diretto il portale “MaroccOggi.it”, specializzato su tematiche euromediterranee.

Informazioni

Data: Dom 12 Giu 2022

Orario: Alle 12:00

Organizzato da : IIC Rabat

Ingresso : Libero


Luogo:

Rabat

Autore:

Mohammed HAMZA

1010